Piano Protezione Civile del Comune di Cantalupo nel Sannio

II Piano di Protezione Civile del Comune di Cantalupo nel Sannio (IS) è stato adeguato ed aggiornato alle previsioni di cui al nuovo Codice di Protezione Civile (D.Lgs. 1/2018) e della Direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 30 aprile 2021 grazie al finanziamento ottenuto nella misura 19.2.15 del PSR 2014-2020.

Dal citato Decreto del 2018, nasce il concetto di “resilienza delle comunità”, ovvero la capacità di una comunità di rispondere ad eventi traumatici quali alluvioni, eruzioni, terremoti, inquinamento tossico, ecc.

Inizio validità ore 14:00 del 22/02/2024 - Fine validità ore 23:59 del 23/02/2024

Allerta Meteo-idro

L’allerta meteo-idro si presenta quando si manifestano fenomeni come temporali, venti e mareggiate, nebbia, neve e gelate, ondate di calore, frane, alluvioni, erosioni costiere, subsidenze e valanghe, che si presentano in maniera differente a seconda dell’assetto geomorfologico del territorio.

Idrogeologico
Idrauilico
Temporali
Vento
Neve
Disagio Bioclimatico

Allerta Incendi

Un incendio boschivo è un fuoco che tende ad espandersi su aree boscate, cespugliate o arborate, comprese eventuali strutture e infrastrutture antropizzate che si trovano all’interno delle stesse aree, oppure su terreni coltivati o incolti e pascoli limitrofi alle aree (art. 2 della Legge n. 353 del 2000).

Un incendio boschivo provoca danni alla vegetazione e agli insediamenti umani. In quest’ultimo caso, quando il fuoco si trova vicino a case, edifici o luoghi frequentati da persone, si parla i incendi di interfaccia.

Documento PPC del Comune di Cantalupo nel Sannio

Con il presente Piano Comunale di Protezione Civile sono stai raggiunti i seguenti obiettivi:

  • Individuare scenari di rischio e modalità di intervento
  • Divulgare e comunicare ai cittadini le misure da adottare in risposta ad eventi
  • Rendere note situazioni di rischio in modo continuativo

II piano rappresenta uno strumento dinamico che andrà periodicamente aggiornato e revisionato:

  • per tenere conto dell'esperienza acquisita nel corso di eventuali periodiche esercitazioni
  • per integrarlo con nuove informazioni circa le variazioni della realtà organizzativa e strutturale dell’Ente
  • per adeguarlo a nuove esigenze di sicurezza, a variazioni normative ed allo sviluppo dei mezzi e della tecnica


Vai al documento
Torna in alto